Il viaggiare è fatale ai pregiudizi, ai bigottismi e alle menti ristrette.
[Mark Twain]

2014/09/04

September, the new beginning

Settembre.
Amo Settembre. Nonostante io sia una grande - anzi, la più grande - fan dell'estate, del caldo e del mare - amore unico e insuperabile - mi sento molto legata e molto simile, se vogliamo, al mese di Settembre. Il vero capodanno per me è il primo giorno di questo mese. Perché cambia il tempo, le giornate si accorciano visibilmente, l'aria è frizzantina, si tirano fuori felpe e maglioncini, si dorme coperti da lenzuolo e copriletto, ci si iscrive in palestra.
E comincia la scuola, iniziano nuovi (e vecchi) programmi televisivi, torna la voglia di passare le serate al cinema, di farsi una cioccolata calda.
E le chiome degli alberi ingialliscono, i marciapiedi si ricoprono di foglie, i supermercati si riempiono di quaderni, diari e zainetti.
Settembre è poesia, è romanticismo, è nostalgia di ciò che è stato e curiosità di ciò che sarà.
Comunque, negli ultimi mesi sono stata parecchio rincoglionita - ultimamente son pure peggiorata secondo me - per motivi vari ed eventuali che non sto qui a spiegarvi perché sono solo cazzi fatti miei. E a dare conferma di questo mio rimbambimento, si spera temporaneo, sono state due paia (no dico, non UNO ma DUE paia) di Converse ritrovate casualmente questa mattina in cantina.
Scarpe che nemmeno ricordavo di avere e chissà da quanto tempo si trovavano lì, da più di un anno sicuro! In perfetto stato, evidentemente usate molto poco (vedi foto).



E pensare che proprio ieri, curiosando qua e là su Instagram, mi sono imbattuta in una foto di una tipa con addosso le converse verdi e mi son detta "Però, fiche verdi! Mi sa che me le prendo pure io!".
Non ci siamo.
Comunque, vorrei spezzare una lancia a mio favore dopo questo episodio da stordita: ho deciso di imparare bene l'inglese - l'italiano può attendere - e per fare ciò ho acquistato su Amazon tre ebook dedicati all'apprendimento di questa lingua che, a mio parere, è LA LINGUA per eccellenza..della serie "Ma dove vai se l'Inglese tu non sai?".

Questo è un manuale di inglese scritto in modo "alternativo", divertente e facile!
                                      Come si dice "In bocca al lupo!" o "Salute!" a un inglese?
E quali sono quelle espressioni che, nell'uso popolare, hanno finito per assumere il cosiddetto senso figurato?
Infine, quando è opportuno esclamare un bel Maddafaccaaah? Uhm, no..forse qui questo non lo spiegano.
I due volumetti di "Pillole di Inglese" li trovate su Amazon a soli 0,99€! No dico: che aspettate?!
Ora, una base seppur minima di inglese (scolastico) ce l'ho ma sicuramente ho ancora tanto, tantissimo, da imparare - e da ripassare! - perché un discorso completo e decisamente meno maccheronico non lo so proprio fare.
Adesso mi serve solo trovare un paio di ore libere a settimana in cui cimentarmi con questo corso fai-da-te, visto che ultimamente tra episodi di True Detective (sub ita, così imparo un po' di pronunciation), di Breaking Bad e di The Leftovers (serie che inizierò a guardare proprio questa sera), ho tutte le sere occupate. E si sa che sospendere una serie tv è da pazzi psicopatici! XD
Comunque, in attesa della quinta stagione di GoT, ho solo un commento da fare: HBO spacca i culi, pure quello della Minaj!


12 commenti:

  1. Anche io ho approfittato di quest'anno sabbatico forzato per studiare meglio l'inglese. Ti consiglio anche Livemocha, è un sito divertente e interattivo per l'apprendimento delle lingue, ci sono vari livelli, puoi fare conversazione registrando audio e i tuoi esercizi vengono corretti da madrelingua.

    RispondiElimina
  2. Hai ragionissima,sono mesi che non guardo un film in italiano. Però io metto audio e sub in inglese,perché spesso le traduzioni non c'entrano una mazza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh lo so..aspiro a guardare serie tv e film in inglese e senza sottotitoli!

      Elimina
  3. Risposte
    1. no dai..settembre me lo godo..lasciatemi dormire a Novembre invece! ;)

      Elimina
  4. Ciao Francesca! Quanta carne al fuoco!! Bravissima!!
    Controlla meglio in cantina, non è che hai anche dimenticato anche qualche bigliettone da 100€ in mezzo alle scarpe???
    Impe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah no Impe! Magari! Al massimo ho trovato qualche ragnatela! :-\

      Elimina

  5. Ti ho nominata ai The Very Inspiring Blog Award, passa dal mio blog se ti piacerebbe sapere di che si tratta.

    RispondiElimina
  6. Uno dei metodi migliori che ho usato io ai miei tempi per rodare l'inglese e non solo quello, era quello di guardare un film in lingua che io conoscevo già a memoria perché visto e stravisto. Conoscendo bene la trama e le battute in italiano, mi concentravo su quanto veniva pronunciato in lingua. I sottotitoli hanno il potere di distrarre, salvo non riguardare il film tante volte fino a quando gli occhi si staccheranno da essi. Ma vale anche per una canzone: impararla fino a cantarla da sola o con l'interprete: ottimo esercizio di pronuncia che si può fare anche mentre si pelano cipolle o si passa il mascara sulle ciglia. Ciao :). Marilena

    RispondiElimina
  7. Sono stupende le Converse di quel colore!!! Ecco, cavoli adesso è venuta voglia pure a me di averle :P Ma viste le magre finanze mi sa che le cercherò tarocche dai china o al mercato…
    Per l'inglese, fai benissimo! Oltre ad essere incredibilmente utile per viaggiare (io non conoscendo il tedesco me la sono cavata benissimo sia in Germania che in Austria parlando solo inglese), è richiestissimo anche per il lavoro. Di libri e corsi online non me ne intendo, sono stata "fortunata" a impararlo bene facendo il linguistico ma l'aiuto più grande secondo me lo danno la musica e i film/serie tv sub-ita, da sostituire poi gradualmente alle versioni senza sottolitoli. Vedrai che piano piano riuscirai a guardare tranquillamente un film senza sottotitoli e non ti accorgerai nemmeno di farlo :)

    RispondiElimina