2013/10/19

E ora che ho svuotato le tasche, non resta più nulla

È venerdì sera.
E il telefono non squilla, non vibra, nessuna notifica di whatsapp o di un sms da leggere. L'unica a far illuminare il mio telefono sono io che, in preda all'esaurimento,  premo in continuazione il pulsante in basso al centro.
È che, alla fine, a me manca sempre qualcuno. Mentre non esiste un qualcuno a cui manchi io.
È questo il punto.
Io non riesco a farmi mancare. Non riesco a lasciare un vuoto quando me ne vado.
Ho appena iniziato a leggere il libro "Venuto al mondo" di Margaret Mazzantini.
Già dalle prime pagine si capisce che è un libro forte, intenso ma con tante emozioni nascoste tra le righe.
La guerra è a Sarajevo.
La guerra è dentro di me.
Mentre sorrido, bombe che esplodono a ripetizione nello stomaco.
Mentre lo sguardo è fisso nel vuoto, mille anime si accasciano piegate in due dal dolore.
È un vero e proprio tormento.
Che fa male, che divora ma che si fa sopportare perché anche lui, come tutto in questo mondo, ha una fine.

2013/10/01

E ora che ho realizzato che l'Estate è finita...

Oggi è Martedì. Il giorno peggiore della settimana.
Ma non solo, oggi è pure il primo giorno di Ottobre.
L'incubo Inverno è sempre più vicino.

2013/09/30

Rush, ecco cosa ne penso io

Ieri sera sono andata al cinema a vedere il film Rush.
Wow. Davvero WOW. Non mi aspettavo di trovare un film così appassionante.
Pelle d'oca, brividi lungo la schiena e sì, anche occhi lucidi.

2013/09/27

Liso a plofusione.

C'è di buono che stasera me ne andrò a mangiare sushi.
Io di solito vado di liso con veldule e flittata e poi maki, taaaanti maki.

2013/09/13

Mani bagnate su un filo scoperto

Non riesco a trovare un equilibrio.
Prima in piena preda allo sconforto, poi ballerina di flamenco che fluttua in una nuvola di panna montata, poi di nuovo a caduta libera nello sconforto.
Non riesco a trovare un fottuto equilibrio.

2013/08/15

Chissà come sarebbe il Camogli dell'autoGrylls

Bear Grylls è ufficialmente il mio idolo.
Conosce un sacco di cose ma, soprattutto, si mangia un sacco di merda.
In questo momento si è appena fatto fuori un granchietto...vivo. RIP.
Probabilmente era un granchietto super proteico e ricco di vitamine A B C X Z F H J. Anzi, sicuramente lo era. E sicuramente Bear è un esaurito completo.
E per questo lo amo.
Un amore da farfalle nello stomaco (Bear sarebbe fiero di me: lo sapete quanto sono proteiche e ricche di vitamine le farfalle?!).
Con Bear, le serate al bar non le passerei al bancone a bere birra. Le trascorrerei nel cesso, a bere pipì. Il colore è simile ma...volete mettere l'alto contenuto di sali minerali e la quasi totale assenza di calorie di cui vanta la pipì??
Se Bear e io andassimo insieme a mangiare il japponese, tornerei a casa con un pezzo di orecchio del cameriere (japponese) ancora infilato tra i denti.
E durante il tragitto di ritorno verso casa mi subirei pure una piccola ramanzina da parte sua: "Perché hai avanzato le sue unghie? Te l'ho detto mille volte che le unghie sono un'ottima fonte di calcio."
Adorabile, premuroso Bear. ♥

2013/08/06

Roma capitale

Gente, sono ancora viva eh.
Semplicemente, a metà giugno ho cambiato azienda e sono stata letteralmente catapultata nella capitale per questioni professionali.