Il viaggiare è fatale ai pregiudizi, ai bigottismi e alle menti ristrette.
[Mark Twain]

2015/01/24

Come quando non sai dove andare

Come quando non hai voglia di parlare con nessuno, non hai voglia di ascoltare nessuno.
Cammini in riva al mare, in un pomeriggio di gennaio. Il vento è tagliente, ti spettina i capelli e te li appiccica alla faccia.
Gli occhi che lacrimano, il naso e le orecchie che si ghiacciano. Fa freddo e il cielo è nuvoloso. Ma l'aria sa di buono, profuma di pioggia e di salsedine.
Le nuvole hanno già fatto il loro dovere, fra poco il grigio non ci sarà più e verrà sostituito dall'azzurro del cielo pulito.
Non c'è nulla da dire e nessuno da ascoltare.
C'è solo il mare che, con il suo movimento continuo, a volte grida e a volte sussurra.
E poi ci sei tu, che continui a camminare senza una meta precisa. Il mare è così grande, senza limiti, il posto perfetto per fuggire, per guardare laggiù senza vedere nulla se non ancora mare.
E finalmente esce il sole, la spiaggia si popola di persone assonnate, annoiate, pensierose e sognatrici.
E tu sorridi, la tua fuga è finita.
È arrivata l'ora di tornare.

2015/01/14

Charlie Brown

Tutto 'sto caos con Charlie Hebdo inizia a sembrarmi un insulto nei confronti delle 2.752 vittime dell'attacco alle Torri Gemelle (ve lo ricordate ancora no, l'attentato alle Torri Gemelle?).
Se non esageriamo, non siamo contenti.

2015/01/13

Funziona così

Non è questione di dimenticare.
Io non dimentico.
Non dimentico le notti passate a piangere ma nemmeno i giorni che mi hanno resa tanto felice.
Ma mica si può rimanere immobili ad aspettare in eterno, vivendo di ricordi.
Perciò, ad un certo punto, è necessario riprendere a camminare.
Poi, che io preferisca la corsa alla camminata con il rischio di inciampare e di sbucciarmi le ginocchia ad ogni metro, è un altro discorso.

A me sembrava romantico quel silenzio catartico, anche senza le stelle,
ascoltarsi tacere, poi sfiorarsi la pelle senza lasciarsi mai, 
con le braccia conserte per scaldarsi il cuore.


2015/01/07

Miscellanous

Il nuovo anno è iniziato con la conoscenza di un paio di coglioni da aggiungere alla lista degli uomini da evitare. Ma prendiamola con un "Va beh, tutto fa curriculum" (seguito da qualche sospiro tipico della stanchezza morale).

2014/12/29

Duemilaquattordici

Se devo tirare le somme di quest'anno, decisamente ancora non ci siamo.
I primi mesi sono stati da esaurimento nervoso, soprattutto lavorativamente parlando. Fino a marzo a Milano e poi da aprile di nuovo - e per fortuna - a Verona ma presso un nuovo cliente che, in pratica, è come cambiare lavoro.

2014/12/19

L'era di Whatsapp

Casuale dialogo tra amiche, su wtp.
Ogni riferimento a persone o cose è puramente casuale.
Viviamo in un mondo casuale. :)

2014/12/15

Piuttosto di niente

Piuttosto di niente?
Meglio il piuttosto o il niente?
Meglio accontentarsi o meglio dire sempre no, aspettando solo il meglio?