Il viaggiare è fatale ai pregiudizi, ai bigottismi e alle menti ristrette.
[Mark Twain]

2014/12/05

Amore che vince, non ti cambia

In questo periodo alcune cose iniziano ad andarmi particolarmente strette.
Vorrei cambiare lavoro, aria, conoscenze.
Portare un po' di novità nella mia vita che, soprattutto negli ultimi mesi, è stata parecchio monotona e monocolore.
Nel frattempo però, visto che cambiare non sempre si può e quasi mai è facile, mi sono data alla lettura - del tipo che mi faccio fuori quasi un libro a settimana - e ho ripreso a guardare Sex & The City - serie che ho adorato in passato e che ora, alla soglia dei trent'anni e quindi più vicina all'età delle protagoniste, mi coinvolge ancora di più.
Le risposte alle (tantissime) domande sull'amore che espone Carrie in ogni puntata mi fanno sempre riflettere. Molte le condivido in pieno, su altre magari mi trova un po' meno d'accordo.
Fatto sta che ieri sera, spettegolando chiacchierando con un paio di amiche davanti a un buon e sempre utile bicchiere di sangria, si è parlato anche della vita di coppia di un'altra nostra amica (uhm, diciamo che è una loro amica e una mia ormai poco più che conoscente), la quale, pur essendo cambiata tantissimo da quando si è trovata il compagno (attuale marito) - è dimagrita un casino, acquista solo in botique costose, se esce in compagnia parla sempre e solo di lei e della sua vita privata, vive di cyclette lampade solari e petto di tacchino alla griglia -, continua ad ammettere imperterrita che è felice e che meglio di così non poteva trovare. Lui è il top del top, dice. Sì, talmente top che probabilmente non si è innamorato della vera lei, ma della persona in cui lei si è trasformata. E poi, diciamoci la verità, non puoi essere innamorata di un uomo che a malapena saluta i tuoi amici credendosi superiore (in base a cosa poi? Al portafoglio?). Quindi, traendo le mie conclusioni, tutto questo voler ostentare la sua incontenibile felicità, per me non è altro che uno scudo per proteggersi dalla realtà dei fatti.
Ma non tutte la pensano come me, anzi. C'è chi sostiene che lei sia davvero felice così e che semplicemente sia cambiata con l'età.
Ma in amore, si può essere davvero felici quando viene stravolta la propria personalità? Quando, pur di compiacere al proprio partner, si cambiano totalmente abitudini, desideri, vizi, stile di vita?
La mia risposta è no. Non voglio finire nella lista di quelle alle quali è spesso indirizzato il pensiero "Da quando sta con lui, non è più quella di una volta".
Io sono fatta così e non ho intenzione di cambiare per nessuno.
Sicuramente sono disposta a smussare qualcosa del mio carattere e sono la prima che dice che in amore arrivare a compromessi è necessario per il bene stesso della coppia. Ma il mio carattere, il mio io, i miei sogni, le mie piccole abitudine, le cose che mi fanno incazzare e quelle che invece mi rendono felice non le voglio cambiare per nessuno. Perché sono tutte queste cose che mi hanno fatta diventare così, che hanno creato la persona che sono ora.
Se non ti vado bene così come sono nel complesso, allora nemmeno tu vai bene a me.
Non è amore se mi devo plasmare a tua immagine e somiglianza.
Quella è apparenza, finzione, una semplice facciata.
L'amore è qualcosa che deve portare un po' dell'uno nell'altro e viceversa.
Senza togliere nulla a nessuno.
Piuttosto, resto sola.


10 commenti:

  1. Ultimamente piuttosto che adattarmi ho preferito lasciar andare le persone che mi volevano "diversa". Io sono questa, chi mi vuole bene davvero lo sa. Perciò ho smesso di chiedermi quello che pensavo fosse giusto facessi. E ho iniziato a fare quello che voglio, che può comprendere anche restare a casa il venerdì sera sotto le coperte. :)
    Ps: è sempre bello leggerti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem. Sai quanti venerdì e sabato che mi faccio ultimamente sotto le coperte davanti ad un buon libro? ;-)

      Elimina
  2. Che tristezza la pseudo-amica/conoscente. Si sentirà sempre sotto esame, per compiacere marito e gente da lui frequentata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai espresso esattamente il mio pensiero!

      Elimina
  3. Ma infatti Tu non devi cambiare MAI! Sei già troppo megic così <3

    RispondiElimina
  4. Concordo in pieno! Compromessi entrambi si, ma cambiare per cosa? No, se ti vado bene è per quella che sono !!!

    RispondiElimina
  5. E hai ragione così. Poi cavolo, a me darebbe un fastidio tremendo sentirmi dire ''Come sei cambiato'' quando magari dentro mi sento imprigionato dal partner. No no, meglio soli a sto punto.

    RispondiElimina
  6. Ottime parole, condivido in pieno. Due persone che si vogliono bene devono, attraverso il confronto, capirsi e sorreggersi a vicenda, possibilmente completandosi cercando di dare il neglio l'uno all'altra. Sicuramente poi I problemi ci saranno, ma verranno affrontati INSIEME veramente.
    Quello da te descritto è per l'appunto un rapporto a senso unico che per quanto mi riguarda nessuno merita, né di trovarcisi, né di esserne il "carnefice".

    RispondiElimina